Altre News

Chissà quanti bambini e quante mamme si immedesimeranno con i protagonisti di “Ortaggi all’arrembaggio”, Martino e sua madre Clementina, alle prese con la verdure!

Forse i bambini di oggi non riescono a immaginare un mondo senza telefoni, computer e televisione….eppure….una volta era proprio così, non esistevano questi gioielli tecnologici ma c’era, sicuramente, la voglia di riunirsi e di stare con la propria famiglia per sentire raccontare storie di ogni sorta, anche quelle che facevano un po’ paura!

Il Museo Parisi-Valle di Maccagno con Pino e Veddasca apre i suoi spazi espositivi all’ultima mostra che chiude questo inteso e significativo 2018:

"Natura e artificio a Maccagno. Petite rencontre di Alida Bardelli, Fabrizio Menotti, Marcello Papaleo e Cristina Rubinato".

E’ ormai diventato uno degli argomenti più discussi in questi ultimi tempi quello lanciato dal Sindaco di Maccagno con Pino e Veddasca, Fabio Passera, circa l’urgenza di realizzare la strada Piero-Lozzo per mettere in comunicazione la Valveddasca con la Valdumentina.

Bernardo Sartorio potrà finalmente riposare nel suo paese natale, Graglio, piccola frazione del Comune di Maccagno con Pino e Veddasca. Una storia commovente, la sua, come quella di tutti coloro che pagarono con la propria vita il prezzo troppo alto di ogni guerra.


Nato il 10 ottobre 1912, fu richiamato e arruolato nel 20° Reggimento Alpini Sciatori Battaglione Intra durante il secondo conflitto mondiale. Costretto a lasciare la sua famiglia (la moglie e le due figlie), morì di stenti e fatica il 19 dicembre del 1944, prigioniero dei Tedeschi a Baumholder. Qui fu sepolto, per poi essere riesumato e traslato a Francoforte sul Meno, nel Cimitero Militare Italiano d’Onore.


Dobbiamo fare un piccolo passo indietro per capire come si è potuti ad arrivare a riportare in patria i cari resti di Bernardo Sartorio. Roberto Zamboni, ricercatore veronese, aveva aiutato tante famiglie a ritrovare i propri defunti morti dopo l’8 settembre 1943. Grazie ad un articolo apparso nella rubrica “I protagonisti” (sulla “Prealpina”), il 29 gennaio 2016, la famiglia, il Sindaco di Maccagno con Pino e Veddasca, Fabio Passera, e il gruppo degli Alpini, si sono attivati immediatamente per conoscere l’esatta posizione in cui era stato sepolto Bernardo e per svolgere tutte le procedure burocratiche che avrebbero permesso il ritorno a casa.
Insieme con Sartorio, nei cimiteri della Germania e della Polonia, si trovavano 130 caduti varesini.


Quella di Bernardo è, se così si può dire, una storia a lieto fine. Immensa la gioia dei famigliari e di tutta la Comunità, che si preparano ad accoglierlo.


Sabato 28 ottobre 2017, alle 10.30, nella Chiesa dei Santi Gervaso e Protaso a Graglio, si svolgerà il funerale di questo grande uomo, che finalmente troverà la pace e la serenità nel grande abbraccio della sua famiglia, degli amici e, semplicemente, di tutti coloro che hanno conosciuto la sua vicenda e che gli devono riconoscenza e stima, come a ogni soldato che ha perso il bene più prezioso per difendere la Pace e la Libertà.

C’è un’importante novità che riguarda la frazione di Cadero, e che verrà già sperimentata tra pochi giorni, in vista del Referendum del 22 ottobre 2017.

Lo scorso 31 gennaio 2018 la Giunta Comunale di Maccagno con Pino e Veddasca ha incaricato il Funzionario Responsabile del Patrimonio, geometra Danilo Bevilacqua, a pubblicare un avviso per raccogliere eventuali manifestazioni di interesse finalizzate all’apertura di un bar a Pino.

Da martedì 17 gennaio, il Municipio di Pino ha un nuovo Consultore.

Si tratta di Andrea Luca Muraro, classe 1992, entrato in sostituzione di Mattia Molteni, trasferitosi all’estero per lavoro.

I Municipi, Organi introdottio nello Statuto comunale a seguito della Fusione del 2014, prevedono che i Consultori devono essere in un numero tra sei e dodici.

Il nuovo arrivato si va così ad aggiungere a Ivana Turco, Paolo Pedroni, Aldo Tronconi, Luciano Parigi e Mary Ricciardi.

Prosindaco del Municipio é Mauro Fiorini, ultimo sindaco dell’allora Comune di Pino sulla sponda del Lago Maggiore.

Sabato 25 giugno 2016 si è svolta nella Sala Consiliare del Municipio di Pino la commemorazione dei Sindaci Riccardo Zanini e Silvio Fiorini, in occasione del decennale dalla loro scomparsa.

newsletter

 

Sei interessato a ricevere la newsletters con le novità, gli eventi e le iniziative che si svolgono nel Comune di Maccagno con Pino e Veddasca? Iscriviti alla newsletter

ISCRIVITI

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione